Molti vini scontati fino al 15%!
E in più, la spedizione è gratuita fino al 25 dicembre.

SPEDIZIONE GRATUITA per ordini superiori a 89€ altrimenti 5,90€

Lagrein 2018 - Alto Adige DOC - LINEA CLASSICA

Lagrein 2018 - Alto Adige DOC - LINEA CLASSICA

€ 10,50

Disponibilità: Consegna entro 3 gg lavorativi




Colore: presenta un colore rosso rubino brillante.


Profumo: vino rosso contraddistinto da un delicato bouquet varietale che richiama la frutta rossa. 


Gusto: Il Lagrein di Caldaro è un vino di delicata struttura con tannini morbidi e ben equilibrati. 


Abbinamento: in Trentino viene spesso abbinato a piatti tipici come i canedarli allo speck, ma valorizza molto bene piatti come grigliate di carne ed affettati.


Il Lagrein è uno dei tre vitigni autoctoni dell‘Alto Adige. Egli è legato al Teroldego e Syrah. Caratteristica della specie sono il colore rosso scuro e fruttati sapori di bacche che sono accoppiati con note speziate-resinose di cioccolato, tabacco e sottobosco.

Scheda Tecnica

Ulteriori informazioni

Dati Tecnici

Lagrein - Alto Adige DOC
 

VITIGNO: Lagrein

CLIMA: temperato alpino

TERRENO: terreno alluvionale sabbioso e ghiaioso ed terreni argillosi
 

FORMA DI ALLEVAMENTO: Pergola

RESA PER ETTARO: 80 hl/ha

VINIFICAZIONE: fermentazione in contenitori d´acciaio; affinamento in botti grandi di rovere.

DATI ANALITICI: alcool: 13,0 % vol., acidità totale: 5,7 g/l, zuccheri residui: 1,5 g/l

ANNATA: 2018

DEGUSTAZIONE: Colore granato vivace. Bouquet varietale particolarmente fruttato. Al palato é gradevolmente tannico, persistente e pieno.

SI ACCOMPAGNA: Vino ideale per piatti a base di selvaggina e carne rossa.

DA SERVIRE: 17-18 ° C

Degustazione

Il Parere dell' Enologo:

Lagrein è uno dei tre vitigni autoctoni dell‘Alto Adige. Egli è legato al Teroldego e Syrah. Caratteristica della specie sono il colore rosso scuro e fruttati sapori di bacche che sono accoppiati con note speziate-resinose di cioccolato, tabacco e sottobosco.

Curiosità:

Il Lagrein è il vitigno a bacca rossa più caratteristico e pregiato dell’Alto Adige e si divide la corona di re con la Schiava. E proprio come la Schiava un tempo era principalmente prodotto nella versione rosato, ossia il Lagrein Kretzer.

Fortunatamente Erste Neue ha capito le potenzialità di struttura, finezza e longevità di questo vino e hanno abbracciato l’idea di una produzione più sobria, mirata e tecnicamente meno invasiva.

La storia di questo nobile vino è affascinante. Il nome prima di tutto: alcuni sostenevano che provenisse dalla Vallagarina più a sud, ipotesi avvalorata dalla somiglianza del nome.

Altri propendevano per una discendenza greca, con un classico passaggio dalla città di Lagaria, in Magna Grecia, fin su alle Alpi del nord, e non a caso Lagaritanos era il vino prodotto in questa antica città.

E per quanto siano intriganti queste ipotesi, l’origine del Lagrein è da ricercare in Francia, nella Borgogna, infatti anche il Lagrein, secondo gli ultime ricerche ampleografiche e genetiche, è figlio del Pinot Nero, a sua volta padre anche del Teroldego.

Quindi Teroldego e Lagrein discendono dallo stesso ceppo e molte sono le somiglianze tra i due grandi vitigni rossi del Trentino Alto Adige.

Le prime notizie ufficiali compaiono nel 1379, quando il vino Lagrein viene citato chiaramente in documenti commerciali. Ma il Lagrein è molto di più, è sempre stato il vino protagonista delle tavole dei potenti, di nobili ed ecclesiastici, era un nettare riservato a pochi eletti.